In evidenza

Prima puntata

In onda lunedì 20 settembre 2010 alle 21.10

Per una strada di campagna, Filippo Neri, sacerdote dal passo deciso, si dirige verso Roma: vuole incontrare Ignazio di Loyola e chiedergli di poter partire per le Indie fra i suoi missionari. La grande città lo accoglie in modo caotico e Filippo nota i tanti ragazzini lasciati per strada a fare i ladruncoli, in balìa di loro stessi o - peggio - di chi come Alessandro, nipote del potente Cardinale Carpuso, li sfrutta per le sue angherie. Vittima di tali soprusi è anche il sarto pontificio Galiotto, malmenato per la sua gobba nonostante le proteste della moglie Lucia. Filippo interviene in sua difesa, guadagnandosi l'astio di Alessandro, ma anche una zuppa calda e la riconoscenza del sarto.

Dopo essere stato dissuaso da Ignazio che già discerne in lui una vocazione diversa, Filippo accetta un posto come precettore dei due giovani figli di Galiotto, Michele ed Ippolita. I suoi metodi educativi tutt'altro che tradizionali lo portano a far lezione anche all'aperto e qui incontra nuovamente la masnada di ragazzi, capeggiata da Mezzapagnotta il più scaltro e scostante di loro. Un altro, invece, Pierotto, resta attratto dalla lezione semplice e divertente di Filippo su chi sia Dio e per questo deve pagare pegno: Mezzapagnotta lo costringe ad una notte all'addiaccio sotto un tremendo temporale! Quando Pierotto pare in fin di vita per il malanno preso durante la nottata, Mezzapagnotta disperato corre a chiedere aiuto a Filippo ed insieme portano il ragazzo moribondo all'ospedale, dove li accoglie don Persiano Rosa. Il ragazzo è grave ma ce la farà e Filippo deve star attento anche agli altri che, fra le corsie dei malati, sgraffignerebbero di tutto se il sacerdote non li fermasse!

Il sacerdote capisce che non può accontentarsi di tornare a casa del sarto, il Signore gli chiede di più, ma cosa? Vagando per i sobborghi della città, Filippo raggiunge le catacombe di San Sebastiano e la sua preghiera si fa più intensa fino a quando un sasso non lo colpisce in testa. I ragazzi di strada: ecco la risposta! Filippo prepara loro la prima minestra insieme: il pentolino sembra troppo piccolo eppure mangiano tutti ed è il pretesto per raccontare la moltiplicazione dei pani e dei pesci fatta da Gesù. Anche se la prima notte insieme i ragazzi lo derubano di tutto, Filippo non perde entusiasmo: corre da Galiotto e gli propone di accoglierli tutti nella sua casa. Quando ottiene un garbato rifiuto decide che sarà lui ad andare incontro ai ragazzi.

La vita in comune all'aperto intrapresa da Filippo e i ragazzi attira l'attenzione di del giovane principino Camillo che vorrebbe unirsi a loro contro la volontà del severo aristocratico padre, ma attira soprattutto l'attenzione del Cardinale Carpuso e di suo nipote Alessandro che intendono porre fine alle sediziose adunate di questo anarchico sacerdote. La promiscuità senza regole con cui Filippo educa i ragazzi, la spregiudicatezza con cui amministra i sacramenti fuori dai luoghi di culto, questo ed altro basta per chiedere al Papa di fermarlo. Come dimostrare al pontefice che quei ragazzi di strada meritano di avere un oratorio in cui riunirsi? Filippo intuisce che potrebbero cimentarsi nel canto ed iniziano, così, le prove per formare un coro fra esilaranti difficoltà e anche qualche apprensione...

Mentre Filippo è alle prese con le piccole voci bianche, fra latino e volgare, Alessandro coltiva il suo odio nei confronti del sacerdote e, poco prima del concerto al cospetto del Papa, riesce a coinvolgere Mezzapagnotta come complice in un tranello per il prete. Filippo viene condotto con l'inganno presso una prostituta d'alto bordo affinché sia colto in flagrante scandalo. A sorpresa, però, è la prostituta ad essere conquistata dalla parole del sacerdote e ad Alessandro non resta che scagliarsi contro Mezzapagnotta accusandolo di averlo tradito svelando l'intrigo. Mezzapagnotta fugge disperato credendo di aver ucciso il suo avversario nella colluttazione che ne è scaturita, ma Filippo con la forza del suo amore sana miracolosamente la ferita di Alessandro.

Rai.it

Siti Rai online: 847